Impresa edile impiegata nel commercio diretto , a seguito di una segnalazione rischi in centrale, si è trovata nelle condizioni di non riuscire più a svolgere il proprio lavoro.

La perizia Cofi ha riscontrato indebiti di diversa natura (uso piazza, ultralegali dati dall’uso piazza, delta interessi, usura, e irregolarità contrattuali) tra cui forte irregolarità per anatocismo (datata fino al 2008, quando l’anatocismo stesso non è più applicabile dal 2000 ).
La transazione si è conclusa grazie alla figura del Temporary Bank Manager, con compensazione della perizia Cofi totalmente riconosciuta e un piano di rientro di € 30.000,00 rateizzato con permanenza dell’azienda nello stesso Istituto di Credito e miglioramento delle condizioni bancarie.