Perizie Conti Correnti, Recupero Interessi da usura bancaria e Anatocismo, Analisi Mutui, Leasing e Derivati. Cofi è leader da 20 anni in Italia

Conoscere è necessario

Press

Cliente/Banca: opposizione decreto ingiuntivo

Accertata l’usurarietà del contratto della cliente, accertata la nullità parziale del contratto di conto corrente per mancanza pattuizione interessi ultralegali e carenza accordo per le cms; revocato il decreto ingiuntivo e condannata la banca alla refusione spese di lite e ctu.

Continua

Azienda di stampi transazione per € 25.000,00

Azienda di stampi contro primaria banca, pratica definita con l’atto di transazione, con versamento alla cliente di € 25.000,00 da parte della Banca a mezzo assegno circolare.

Continua

Azienda di Teramo recupera €95.000,00 dalla Banca

Azienda di confezioni industriali di Teramo contro primaria banca dell’adriatico, recupera in TRANSAZIONE € 95.000,00 dalla banca.
Sentenza emessa dal Tribunale di Teramo novembre u.s.

Continua

Primaria Banca nazionale condannata alla restituzione di € 119.799

Primaria Banca nazionale condannata alla restituzione di € 119.799 per anatocismo, interessi ultralegali, commissioni di massimo scoperto altre spese.
Con sentenza del 06/10/2014, il Tribunale di Novara ha condannato una primaria banca nazionale a restituire alla Concessionaria di Auto, cliente della Banca, la somme di € € 119.799 La Banca aveva inizialmente emesso un decreto ingiuntivo a carico della Concessionaria chiedendo il rientro di un importo € 310.205.
Grazie alla perizia Cofi, che ha evidenziato illeciti bancari come anatocismo e usura, la Concessionaria ha ottenuto l’annullamento di gran parte della somma pretesa dalla banca.

Leggi la Sentenza

Continua

Banca del Veneto condannata a restituire € 160.103 al cliente per usura e anatocismo

Grazie alla perizia Cofi, la concessionaria di auto, cliente della banca ha contrastato con successo il decreto ingiuntivo emesso inizialmente dalla Banca per € 155.232,87.
Il giudice ha stabilito che, a fronte degli illeciti bancari riscontrati, il correntista poteva vantare un credito di € 160.103,69 nei confronti della banca. La sentenza ha quindi revocato il decreto ingiuntivo, e condannato la Banca a pagare la differenza di € 363,43 oltre gli interessi di mora.

Leggi la Sentenza

Continua

Azienda Snc: € 55.220 di minor debito rispetto a quello preteso dalle banche di Roma

Azienda Snc di impianti e revisioni macchine per la produzione di pasta alimentare, contro recupero crediti delle banche di Roma.
Il recupero crediti pretendeva € 83.724,55; con perizia effettuata da Co.fi srl, l’azienda risulta a credito per € 55.220,00.

La pratica definita con sentenza del 28.11.2013 (depositata il 04.02.2014) con la quale veniva revocato il decreto ingiuntivo e condannata l’azienda al pagamento della somma di €28.504,00 oltre interessi, (anziché della somma inizialmente richiesta di € 83.724,55), spese di lite €4.500,00 oltre
accessori e CTU al 50%.

Leggi la sentenza

Continua

Banca di Bergamo restituisce € 75.000,00 ad Azienda srl

Azienda Srl produttrice di manufatti e fornitrice di servizi vince causa contro Istituto di Credito della città di Bergamo e recupera €75.000,00.

Continua

Azienda di Bergamo recupera € 83.932,32 dalla Banca

F.lli Snc, imprese edili movimentazione terra e scavi, contro primaria Banca della città di Bergamo recupera € 83.932,32 per anatocismo, cms e interessi non dovuti come stabilito con sentenza notificata a mezzo pec. La Banca Spa ha già pagato quanto liquidato in sentenza per spese legali, il cliente dovrà provvedere al pagamento delle spese dell’avv. Canu.

Continua

Azienda Srl di Chieti recupera € 55.000,00 da Primaria Banca nazionale

Azienda Srl di Chieti recupera € 55.000,00 da Primaria Banca nazionale.

Leggi il Verbale d’udienza con la Sentenza

Continua

Azienda di articoli sportivi S.a.s. chiusura opposizione a decreto ingiuntivo per € 221.034,28

Banca della città di Ancona contro azienda azienda articoli sportivi di Ancona il giudice ha dichiarato la nullità della clausola del contratto di conto corrente relativa agli interessi ultralegali, illegittimità dell’anatocismo e della commissione massimo scoperto ha revocato il decreto ingiuntivo opposto ha condannato la Banca a rifondere le spese di lite.

Leggi la sentenza

Continua