Cofi fa rientrare nelle tasche delle imprese, nel solo periodo  20 settembre / 10 ottore 2012, oltre 600.000 €  sottratti da vari istituti di credito italiani per anatocismo, indebita applicazione di spese, commissioni di massimo scoperto, costi ingiustificati ed usura.

Un plauso allo staff tecnico Cofi e all’avv. Maurizia Alessandra Sacchi