29 settembre 2004 il tribunale di Pescara riconosce un minor debito nei confronti della Banca di ben 93.000,00 euro

La banca aveva ottenuto nel 1999 un decreto ingiuntivo per circa 100.000,00 euro nei confronti di una azienda che intratteneva con la stessa un rapporto di conto corrente affidato. A distanza di 4 anni, dopo aver opportunamente opposto il decreto ingiuntivo, il giudice sentenzia che il debito reale nei confronti della Banca era invece di 3.200,00 euro. Il minor debito è frutto di un ricalcolo delle operazioni conto corrente su cui sono stati ricalcolati gli interessi Anatocistici, Ultralegali e Usurari.