Altre due sentenze negative per le Banche

Entrambe riguardano la Banca Popolare dell’Adriatico.
La prima sentenza riguarda una causa iscritta a Ruolo il 18 giugno 2004 e che vede il giudice unico, definitivamente pronunciando, prevedere nel contraddittorio:

  1. Non dovuti gli interessi convenzionali passivi (conseguente ristorno degli interessi Ultralegali), l’Anatocismo e le Commissioni di Massimo Scoperto (CMS).
  2. Prescrizione decennale da 11 giugno 1994.
  3. La condanna della Banca a pagare in favore dell’attrice società correntista, a titolo di indebito oggettivo, la somma di 133.357,11 euro.
  4. La condanna della Banca convenuta al pagamento di tutte le spese processuali CTU ( Consulenza Tecnica d’Ufficio) compresa

La seconda sentenza anch’essa di una causa iscritta a ruolo il 18 giugno 2004 vede il giudice nuovamente sentenziare definitivamente la restituzione di più di 26.000,00 euro al correntista a titolo di ristorno da anatocismi, interessi ultralegali, CMS non dovute e spese illegittime.