Il 5 marzo 2009 la Corte D’Appello di Trento inchioda la Unicredit sancendo la nullità dei contratti Derivati di Tipo Interest rate Swap sottoscritto nel 2002 da una ditta ignara della reale portanza di questo contratto.

La causa iscritta a ruolo il primo marzo 2007 si è chiusa in 2 anni precisi dando palesemente ragione alla ditta Cliente.

Di fatto la corte ha stabilito la nullità del contrato extra Swap sottoscritto in data 4 dicembre 2002 nonché del contratto denominato sunrise Swap del 26 giugno 2003 obbligando la Banca a rifondere in favore del Cliente la somma di 50.545,19 euro oltre gli interessi legali delle singole somme versate alla banca e di pagare tutte le spese legali del procedimento.