Perizie Conti Correnti, Recupero Interessi da usura bancaria e Anatocismo, Analisi Mutui, Leasing e Derivati. Cofi è leader da 20 anni in Italia

Cofi, da oltre 20 anni gli specialisti del dialogo con la tua banca: Analisi Bancaria, Consulenza Finanziaria e Aziendale

120.000,00 euro di danni morali oltre azzeramento del debito su c/c – intervento di Striscia la Notizia (Canale 5)

120.000,00 euro di danni morali oltre azzeramento del debito su c/c – intervento di Striscia la Notizia (Canale 5)

01 ottobre 2008 il giudice Patrizia Medica del tribunale civile di Chieti ha pronunciato una delle sentenze più interessanti a favore di correntisti bancari.

Il caso vede un cliente con un saldo negativo di conto corrente per oltre 220.000,00 euro nei confronti della banca . Il cli ente cita la banca in giudizio al fine di rettificare il reale saldo del conto corrente. Successivamente alla rielaborazione contabile del CTU, purificando il conto da anatocismi, interessi passivi ultralegali, di tutte le CMS e da Usura il saldo del conto corrente si riduce a meno 96.000,00 euro circa. Non contenta di ciò, la banca in palese malafede ottiene attraverso un altro procedimento, un decreto ingiuntivo provvisorimanete esecutivo sulla cifra non vera di oltre 200.000,00 euro con immediata accensione di ipoteca giudiziaria su immobile di propietà del titolare d’azienda e immediata segnalazione alla Centrale Rischi, quando la CTU contabile aveva già accertato un saldo di 96.000,00 euro.

 

Il giudice tenendo conto del comportamento della banca ha ritenuto equo liquidare 110.000,00 euro più 20.000,00 euro quale risarcimento per disagi e patemi d’animo sofferti dal titolare d’azienda in conseguenza all’illecito comportamento dell’istituto di credito. In conclusione, come possibile leggere nel testo della sentenza, la banca è condananta a pagare 22.531,36 euro oltre a tutte le spese del procedimento.

Da evidenziare che in aggiunta all’ordine di cancellazione immediata dell’ipoteca giudiziale sull’immobile e di rettifica dell’erronea segnalazione alla Centrale Rischi, il giudice ai sensi dell’articolo 331 comma IV c.p.p. ha trasmesso gli atti alla Procura della Repubblica di Chieti a seguito della rilevazione di Tassi Usurari.

 

Scarica (.pdf) la Sentenza

 

Vedi il servizio di Moreno Morello di Striscia la Notizia (Canale 5)

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito.
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli,clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie OK